Specialista in Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica

Il trattamento mediante Laser Q-Switched dei tatuaggi indesiderati e delle macchie cutanee visibili ha come obiettivo quello di eliminare tali inestetismi, senza provocare cicatrici permanenti.
Il grado di miglioramento dipende sia dai fattori specifici di ogni singolo tatuaggio (colore, profondità e anzianità del tatuaggio), che da fattori individuali.

Il trattamento definitivo richiede più sedute e il numero totale di sedute dipende dalla grandezza delle lesioni e dalla risposta dei tessuti ai trattamenti precedenti.

DURATA INTERVENTO
Circa 30 minuti

ANESTESIA
Nessuna

DEGENZA
Nessuna

RIPRESA SOCIALE
Immediata

Al termine del trattamento viene avvertito un fastidio paragonabile ad una ustione solare che scompare generalmente nel giro di breve tempo.
Il paziente lascerà l’ambulatorio con una leggera crema antibiotica posta sulle aree sottoposte a trattamento laser e che dovranno essere trattate con delicatezza per alcuni giorni.
Il lavoro e la scuola possono essere ripresi il giorno stesso, l’attività sportiva leggera dopo una settimana.
Dopo il trattamento con Laser Q-Switched si manifesta lo sbiancamento del tatuaggio o delle mecchie cutanee. Compaiono delle piccole croste che, generalmente, dopo 8-12 giorni guariscono spontaneamente senza lasciare sulla pelle delle cicatrici inestetiche residue.

La cute assumerà un aspetto a punti, in corrispondenza dell’azione del Laser. Tale aspetto andrà gradualmente scomparendo nei 2-4 giorni successivi e la pelle assumerà un aspetto lievemente brunito, simile agli effetti di una scottatura solare. In questa fase si potrà applicare il trucco.
Successivamente si verificherà un vero e proprio effetto “peeling” con l’esfoliazione degli strati superficiali della cute durante i normali lavaggi, facendo comparire la pelle rinnovata nell’aspetto e nella trama.
A guarigione avvenuta si noteranno continui miglioramenti delle rughe e delle imperfezioni cutanee, grazie alla produzione di nuovo collagene, che si protrarrà nel tempo fino a sei mesi.
Si consiglia di evitare le esposizioni ai raggi solari diretti o lampade abbronzanti per almeno due mesi dal trattamento per evitare la possibile comparsa di pigmentazione permanente della cute trattata. Risulta comunque utile nei mesi estivi applicare sulle aree trattate una crema solare protettiva a schermo totale (SPF 50+).

Le complicanze conseguenti a trattamento con Laser Q-Switched sono rare e quasi sempre transitorie.
Infezione: l’infezione conseguente al trattamento con Laser Q-Switched è praticamente eccezionale. In questi casi può essere necessario un trattamento addizionale, inclusa la somministrazione sistemica di antibiotici.
Cicatrizzazione: il Laser Q-Switched agisce selettivamente solo su una porzione ben definita della cute, lasciando le aree circostanti indenni. Raramente, in pazienti con precedenti di cicatrizzazione patologica, possono comparire delle cicatrici la cui visibilità e permanenza non può essere prevista, dato che il fenomeno della cicatrizzazione è individuale.
Effetti a distanza: la qualità del risultato è individuale e non prevedibile con certezza. Anche in presenza di un soddisfacente grado di eliminazione del tatuaggio o delle macchie cutanee, la tonalità della cute trattata può talvolta discostarsi dalla cute non trattata con fenomeni di ipo o iper pigmentazione.