Specialista in Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica

ll lifting a livello delle cosce consente di migliorarne l’aspetto conseguente all’invecchiamento.
Tale risultato viene raggiunto mediante l’eliminazione dell’eccesso cutaneo e adiposo a livello della porzione interna delle cosce, restituendo contemporaneamente forma e tonicità alla coscia.

DURATA INTERVENTO
Da 2 a 3 ore

ANESTESIA
Generale o Spinale

DEGENZA
1 Giorno

RIPRESA SOCIALE
3 – 6 Settimane

L’operazione viene generalmente eseguita in anestesia generale o spinale, in maniera da annullare ogni dolore o minimo fastidio durante l’intervento. Viene sempre effettuato in clinica con la presenza di un anestesista, in day hospital o con il ricovero di 1 notte.
L’intervento richiede circa dalle 2 alle 3 ore.
L’operazione chirurgica consiste nella asportazione della cute e del tessuto adiposo della parte interna delle cosce. Viene sempre associata una liposuzione superficiale per ottimizzare i risultati.
Tale tipo di intervento comporta inevitabilmente una cicatrice che si estende dalla piega inguinale alla radice della coscia sino a raggiungere l’area glutea. La cute in eccesso viene stirata verso l’alto e quindi eliminata. Pur nascondendo le incisioni nelle pieghe naturali del corpo impiegando particolari tecniche di sutura volte a minimizzare la visibilità delle cicatrici, queste potranno comunque essere più o meno evidenti.

La paziente avrà una medicazione in corrispondenza delle incisioni cutanee. In taluni casi può rendersi necessario l’utilizzo di una guaina elastica che dovrà essere portata costantemente per circa un mese.
I punti di sutura esterni verranno rimossi dopo 7-14 giorni. Dopo la prima medicazione, potrà essere effettuata una doccia. L’edema (gonfiore) locale si riassorbe progressivamente nelle settimane successive all’intervento, contribuendo a un miglioramento progressivo del risultato, peraltro già immediatamente visibile.

Per sottoporsi ad un intervento elettivo di chirurgia estetica bisogna essere assolutamente in buone condizioni fisiche. Un esame clinico e mirati esami del sangue, unitamente a un elettrocardiogramma e una radiografia del torace sono assolutamente necessari come preparazione all’intervento.
Deve essere assolutamente evitata la assunzione di aspirina o di farmaci aspirino-simili 2 settimane prima e 2 settimane dopo l’intervento. L’aspirina riduce la capacita di coagulazione del sangue e può produrre complicanze. Alla pazienti che assumono contraccettivi orali si consiglia di sospendere il trattamento 1 mese prima dell’intervento.
Si consiglia di eliminare il fumo almeno due settimane prima dell’intervento. Studi scientifici hanno dimostrato che l’incidenza di complicanze è 10 volte supeiore nei pazienti fumatori rispetto a quelli che non fumano. Se il fumo viene elimitato per 10 giorni prima dell’operazione, l’incidenza delle complicanze è percentualmente pari a quella dei non fumatori.

La paziente avrà una medicazione in corrispondenza delle incisioni cutanee. In taluni casi può rendersi necessario l’utilizzo di una guaina elastica che dovrà essere portata costantemente per circa un mese.
I punti di sutura esterni verranno rimossi dopo 7-14 giorni. Dopo la prima medicazione, potrà essere effettuata una doccia. L’edema (gonfiore) locale si riassorbe progressivamente nelle settimane successive all’intervento, contribuendo a un miglioramento progressivo del risultato, peraltro già immediatamente visibi

Le complicanze legate all’intervento sono rare e sono rappresentate da: infezione (prevenuta dalla profilassi antibiotica), sanguinamento, ed ematomi e comunque sono affrontabili senza particolari difficoltà nella maggior parte dei casi.
Tra le altre possibili complicanze vi è la compromissione temporanea della circolazione linfatica nella zona operata con conseguente gonfiore. Tale situazione si risolve spontaneamente con Tecar® o con massaggi nel giro di due mesi circa.
Un’ulteriore complicanza possibile è la presenza di modeste asimmetrie. Infine possono esitare alterazioni temporanee della sensibilità cutanea; la diminuzione della sensibilità della pelle è un evento infrequente.
In caso di esiti cicatriziali non soddisfacenti, può essere necessaria una revisione della cicatrice.
UN RIGOROSO RISPETTO DELLE INDICAZIONI MEDICHE POSTOPERATORIE, È FONDAMENTALE PER OTTENERE I MIGLIORI RISULTATI E MINIMIZZARE IL RISCHIO DI COMPLICANZE

La paziente potrà mediamente riprendere la normale attività fisica 4-7 giorni dopo l’intervento, tenendo presente che per circa 14 giorni dovrà evitare di sollevare le braccia sopra testa e di compiere sforzi con gli arti superiori.
Potranno essere riprese le attività sportive dopo 3 settimane per quanto concerne lo jogging, danza, joga, mentre per gli sport più intensi sarà preferibile attendere per lo meno 4 settimane.
La guida dell’automobile e consentita dopo 7-14 giorni.